Comunicazione

22 settembre 2010 | 13:32

TV:BAUDO “IN RAI FORZA GRANDISSIMA, MA ANCHE QUALCHE GIOVANE IMPROVVISATO”

TV:BAUDO”IN RAI FORZA GRANDISSIMA,MA ANCHE QUALCHE GIOVANE IMPROVVISATO”

MILANO (ITALPRESS) – Tra aneddoti e commozione per la scomparsa dell’amica Sandra Mondaini (ricordata ad inizio puntata al fianco di Piero Chiambretti), tra RAI e Berlusconi, Pippo Baudo e’ stato il protagonista assoluto della puntata di ieri del “Chiambretti Night”, che ha segnato il ritorno del Pippo nazionale, anche se solo per una sera, al Biscione.
Un evento segnato anche da un incidente senza gravi conseguenze che ha visto vittima proprio Baudo: quando la ballerina del Cirque du Soleil Lucky Moon, ballando sulla scrivania dove stavano seduti l’attuale conduttore di “Novecento” e Chiambretti, ha inavvertitamente colpito con un tacco della scarpa gli occhiali di Baudo, facendoglieli volare tra il pubblico.
Quanto alle dichiarazioni di Baudo a seguito delle domande di Chiambretti, si e’ partiti in quarta sul rapporto con la RAI: “In Rai c’e’ una forza dell’azienda grandissima – ha sottolineato Baudo – Adesso c’e’ qualcuno magari che e’ un po’ improvvisato, giovane…Il primo amore non si scorda mai, malgrado tutto sei tanto affezionato a questa azienda, poi io ho lavorato con la Rai quando non c’era ancora Viale Mazzini, non c’era il cavallo, ho lavorato proprio dagli inizi. Ci sono molto affezionato anche perche’ la Rai ha cambiato totalmente la mia vita, io sarei stato un avvocaticchio di provincia…”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).

TV:BAUDO”IN RAI FORZA GRANDISSIMA,MA ANCHE QUALCHE GIOVANE IMPROVVISATO”

Sollecitato da Chiambretti, Baudo ha dappima escluso un possibile ritorno a Mediaset per la terza volta (“È troppo tardi ormai, no no ho una certa eta’, fare un altro esperimento, cambiare le valigie, no no basta, ormai vado dolcemente verso la pensione”), ma poi apre le porte ad una possibile fine di carriera lontano dalla Rai (“non si puo’ mai dire! Se c’e’ l’occasione di fare una cosa nuova, una cosa divertente, una cosa simpatica, una cosa eccitante…Una volta era uno scandalo, adesso non piu’…Questo mestiere mi piace molto. Certo, quando mi accorgero’ – e non devo dirlo io – di non farcela piu’, di non avere i tempi giusti, la voce giusta, allora smettero’, ma fino ad ora, toccando ferro, sto bene “).
Baudo ha ammesso una decurtazione dello stipendio del 75% con savoir faire (“e’ giusto che i giovani prendano di piu’”), per poi spiegare: “non me ne frega niente, i soldi servono per vivere, ma siccome questo mestiere mi piace molto, io al problema danaro non ci ho mai pensato”.
Spazio anche al ricordo del suo primo incontro con Silvio Berlusconi: “la prima volta e’ venuto a casa mia – ha ricordato Baudo – Lui era veramente molto affascinante, era bravissimo a conquistare le persone. Anche oggi…non ha perso questa sua qualita’. Venne a casa mia per convincermi a passare dall’altra parte e andare con lui e si infervoro’ mentre mangiavamo gli spaghetti. A un certo punto disse “perche’ noi batteremo la Rai, distruggeremo la Rai”, sbattendo i pugni sul tavolo. In quel momento volarono tutti gli spaghetti sulla camicia di Berlusconi!
Dovetti dargliene una delle mie, di camice”.
E le raccomandazioni della mamma del Cavaliere: “Io frequentavo Arcore e ad un certo momento ho incontrato la mamma di Berlusconi, la quale mi avvicino’ e mi disse: ‘dottor Baudo, che piacere mi fa vederla, che onore che da’ a mio figlio che cosi’ lavora con lei’. Io le replicai: “signora, guardi che e’ il contrario, sono io che sono stato scritturato da suo figlio”. “Ma no – replico’ lei – lei e’ cosi’ bravo, lo aiuti questo ragazzo, lo protegga, mi faccia sapere come si comporta”.
(ITALPRESS).