Nella vicenda legata alle dimissioni di Alessandro Profumo da Unicredit scende in campo anche la Banca d’Italia.

23 Sep 2010 08:47 CEDT Unicredit: pressing Draghi, subito il nuovo a.d. (Mess)
ROMA (MF-DJ)–Nella vicenda legata alle dimissioni di Alessandro Profumo da Unicredit scende in campo anche la Banca d’Italia.

Secondo quanto riportato oggi dal Messaggero il Governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, avrebbe fatto inviare una lettera ai vertici di Unicredit nella quale si chiede soprattutto di accelerare il processo di nomina di un nuovo amministratore delegato per ridare stabilita’ alla banca di Piazza Cordusio: in quest’ottica viene chiesto ai soci di accelerare al massimo i tempi di ricerca di un manager di alto profilo e con esperienza internazionale. Il secondo punto e’ legato alla governance: non convince l’affidamento delle deleghe operative di Profumo assegnate al presidente Dieter Rampl. Per via Nazionale devono avere una durata limitata nel tempo. Infine la Banca d’Italia ha chiesto risposte a Unicredit sulla maxi buonuscita di Profumo, se sia o meno conforme con gli standard internazionali. red/cat

 
 
(END) Dow Jones Newswires

September 23, 2010 02:47 ET (06:47 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi