RAI: DEL NOCE, FICTION E’ RICCHEZZA AZIENDALE, INVESTIMENTO PAGA

RAI: DEL NOCE, FICTION E’ RICCHEZZA AZIENDALE, INVESTIMENTO PAGA
(AGI) – Torino, 23 set. – Fabrizio Del Noce, direttore di Rai Fiction e gia’ direttore per sette anni di Raiuno, e’ d’accordo con Mauro Mazza, direttore della rete ammiraglia Rai, sull’ipotesi di pensare in futuro ad avere una settimana televisiva divisa in 4 serate destinate alla fiction e 3 all’intrattenimento, e viceversa a seconda dei periodi dell’anno. Un’ipotesi che Mazza non ha escluso del tutto nella conferenza stampa tenuta oggi con lo stesso Del Noce al Prix Italia di Torino per presentare, appunto, una fiction, ‘Le ragazze dello swing’, dedicata al Trio Lescano e in onda lunedi’ e martedi’ prossimi e di cui stasera ci sara’ l’anteprima al Teatro Gobetti nel capoluogo piemontese. La fiction e’ “una ricchezza aziendale che non va dimenticata. In passato abbiamo lanciato personaggi come Cristiana Capotondi, Laura Chiatti, Riccardo Scamarcio, e non e’ certo poco per il nostro Paese. Quando si fa un investimento sui giovani e’ piu’ che ripagato sia in termini aziendali che nazionali”. Del Noce ha quindi ricordato che “la fiction e’ utilita’ ripetuta, mentre l’intrattenimento e’ utilita’ immediata”, e pertanto un forte mix tra i due generi nella programmazione di una rete come Raiuno ha un peso non indifferente e significativo ai fini della fidelizzazione del pubblico televisivo. Il direttore ha sottolineato il ruolo crescente della fiction, mentre “una volta esisteva il cinema, i film erano molto seguiti”. Oggi invece non piu’ “perche’ i film vengono spremuti come limoni dapprima con il lancio di dvd e poi con i vari passaggi in pay tv. La fiction diventa quindi importante”. Per Del Noce e’ importante “sperimentare altri linguaggi che poi portano successo e consolidamento. Pensiamo a ‘Montalbano’: e’ nato su Raidue, ha avuto successo, e poi va sempre su Raiuno con un successo senza fine”. Il direttore di Rai Fiction ha detto inoltre che “cerchiamo di percorrere la strada delle coproduzioni, che riduce drasticamente il costo per la Rai”. Ha citato l’esempio di ‘Narcotici’, un prodotto per Raiuno che deve ancora andare in onda e di cui la Germania gia’ ha chiesto una coproduzione per la seconda serie. “Sappiamo bene della crisi economnica – ha concluso Del Noce – e sappiamo che la necessita’ aguzza l’ingegno, e quindi…di necessita’ virtu'”. (AGI) Vic
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi