Comunicazione

27 settembre 2010 | 10:38

CINEMA:DEMI MOORE FA CAUSA A RIVISTA PER FOTO RUBATE, ACCORDO

CINEMA:DEMI MOORE FA CAUSA A RIVISTA PER FOTO RUBATE, ACCORDO
SYDNEY
(ANSA) – SYDNEY, 27 SET – Si è risolta con un accordo stragiudiziale la causa intentata dalla star di Hollywood Demi Moore presso la corte federale di Melbourne contro la rivista australiana New Idea, per aver pubblicato una serie di foto in bianco e nero prese durante un party in occasione degli Oscar del 2008. Le foto rappresentavano, oltre alla Moore, la figlia Rumer e gli attori Cameron Diaz, Orlando Bloom e P Diddy. Moore sostiene che la rivista aveva invaso la sua privacy e violato i diritti di autore. Vi era grande attesa a Melbourne per la sua comparsa in tribunale, ma la vertenza è stata concordata dai suoi avvocati per una cifra non rivelata. Il giudice John Middleton ha stabilito che la presenza dell’artista non era più richiesta. “Dall’interesse dei media, sembra che vi sia un gran numero di fan delusi”, ha osservato. Moore sostiene che il fotografo della rivista si era infiltrato nel suo party eludendo la sicurezza e aveva copiato delle foto scherzose, prese in una cabina con autoscatto e distribuite agli invitati. Secondo un esperto citato da suoi legali, l’ex editore della rivista Usa National Enquirer, David Petel, le foto valevano oltre 200 mila dollari perché “ritraggono più celebrità  in un party privato, di umore gioviale e libere dalle condizioni legate alla comparsa in eventi pubblici”. (ANSA)