Manager

29 settembre 2010 | 10:16

Roberto Marsicano, marketing communication e pr manager di Posytron

Innovatore, dissacratore, curioso e avventuroso. Si descrive così Roberto Marsicano, che lascia l’incarico ricoperto dal 2007 di responsabile comunicazione in Drake, azienda milanese specializzata nello sviluppo di progetti web per il marketing e la comunicazione, e inizia una nuova esperienza come marketing, communication e pr manager in Posytron, società  di consulenza tecnologica e gestionale fondata nel 1999 da Alberto Muritano con sede a Milano e Reggio Calabria.
Marsicano è nato a Taranto 63 anni fa ma è cresciuto a Napoli; qui, dopo la laurea in scienze politiche all’università  Federico II segue un corso di formazione in Ibm e dal 1969 inizia a lavorare come It manager in varie aziende. Nel 1973 entra nel mondo bancario: per 14 anni è all’Isveimer, istituto per lo sviluppo economico dell’Italia meridionale, e poi in Sg2, società  di outsourcing del gruppo Société Générale. Nel 1988 lavora in Experian, multinazionale che si occupa di servizi per la prevenzione dei rischi di credito, nell’informazione commerciale e nella protezione dei dati di aziende e consumatori, e nel 2001 diventa direttore della filiale Sud Italia e Sicilia di Delta, società  specializzata nelle reti di telecomunicazione.
Nel 2002 si trasferisce a Milano per passare al mondo della consulenza e delle telecomunicazioni.
Sposato, due figlie di 33 e 18 anni, Marsicano da tempo aderisce ad Atdal, associazione per la tutela dei diritti acquisiti dei lavoratori che principalmente si occupa di ricollocare nella società  lavoratori anziani che non possono andare in pensione. Ama scrivere e lo fa periodicamente sul portale Osservatoriofinanziario.it, dove si occupa di finanza e tecnologie e sui blog Cannedcat.it e Veridiano.it, da cui traspare la sua passione per il cinema, la politica e l’economia. È autore di due libri: ‘L’albero degli zecchini’, un’analisi irriverente del sistema bancario, e ‘Il sale sulla coda’, un giallo nel mondo della finanza e della moda.
Per tenersi aggiornato naviga molto su Internet e legge il Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore, ma per quanto riguarda le riviste a quelle italiane preferisce le americane e a quelle maschili le femminili, che definisce veritiere e interessanti per comprendere i trend. Colleziona e costruisce soldatini dall’età  di 8 anni, ama lavorare a stretto contatto con i giovani e considera le donne le “parti migliori dell’umanità ”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 409 – Settembre 2010