Comunicazione

29 settembre 2010 | 14:48

TV: PANARIELLO COMPIE 50 ANNI, TRA PICCOLO SCHERMO, CINEMA E TEATRO

TV: PANARIELLO COMPIE 50 ANNI, TRA PICCOLO SCHERMO, CINEMA E TEATRO

ROMA (ITALPRESS) – A dicembre tornera’ a teatro con il nuovo spettacolo “Panariello non Esiste”.
Giorgio Panariello, 50 anni domani, fiorentino, e’ una presenza costante nel mondo dello spettacolo italiano. Riesce a passare con grande disinvoltura dal teatro alla televisione, fino al grande schermo.
L’esordio artistico avviene con la vittoria della seconda edizione di “Stasera mi butto”, seguito dalla partecipazione – in qualita’ di imitatore – a numerose trasmissioni televisive.
Ma e’ con “Vernice fresca”, al fianco di Carlo Conti, che Panariello mostra la sua indole di comico. Al fianco di quella televisiva, puo’ vantare una lunga esperienza teatrale, iniziata con “Quaderno a quadretti” nel 1992, seguita poi da “Vicini birichini” in cui gia’ compaiono i suoi piu’ noti personaggi.
Il successo presso il grande pubblico avviene con “Aria fresca”, in onda su Videomusic, seguita dallo spettacolo teatrale “Panariello sotto l’albero” con cui il comico toscano fa registrare il tutto esaurito al Teatro Tenda di Firenze per due settimane di fila, con oltre 24 mila presenze.
Debutta nel 1997 al teatro Parioli di Roma con “Boati di silenzio”. Lo spettacolo sbarca poi al Ciak di Milano, al Palasport di Firenze e diverse altre citta’ d’Italia dove lo spettacolo registra sempre il tutto esaurito.
(ITALPRESS) – (SEGUE).

TV: PANARIELLO COMPIE 50 ANNI, TRA PICCOLO SCHERMO, CINEMA E TEATRO

Interprefa il primo film di Umberto Marino, “Finalmente soli” (1997), e poi e’ sceneggiatore e regista del suo “Bagnomaria” (1999), scritto a sei mani con i padri della commedia brillante italiana, De Bernardi e Benvenuti.
Nel 2000 va in onda in prima serata, il sabato, su RaiUno con cinque puntate della trasmissione “Torno sabato”. Grazie al successo ottenuto, la televisione lo incorona personaggio rivelazione dell’anno con due premi, l’Oscar Tv ed il Telegatto.
In “Torno sabato” Panariello propone personaggi come Mario il bagnino, il bambino Simone, il pierre della discoteca Kiticaca di Orbetello tutto-marsupio-e-poco-cervello, Merigo l’ubriaco, la signora Italia, Lello Splendor e Raperino il nonno.
Del 2000 e’ anche il suo film “Al momento giusto”,affiancato dall’attore e autore comico Carlo Pistarino (autore e compagno anche nelle esperienze del sabato sera televisivo).
Nel 2001 torna nei teatri con il nuovo spettacolo “Panariello…chi?”, in scena con lui il musicista-cantante Paolo Belli.
Conduce lo spettacolo televisivo itinerante “Torno sabato – la lotteria”, varieta’ del sabato sera di Raiuno legato alla Lotteria Italia che raggiunge una media di otto milioni di telespettatori a puntata.
A luglio 2002 parte lo spettacolo estivo “Panariello d’estate” che tocca i principali luoghi di villeggiatura italiani; dal mese di novembre fino al febbraio 2003 ha replicato 70 volte il suo tour teatrale “Chissa’ se sara’ uno show”; nella primavera del 2003 torna sui palcoscenici italiani cimentandosi nei panni di uno dei piu’ classici e divertenti protagonisti del teatro comico internazionale: Monsieur Jourdain, ne “Il borghese gentiluomo” di Moliere (replicato poi nell’inverno 2004); nell’estate 2003, con solo otto date, tocca le principali localita’ turistiche del centro Italia con lo spettacolo teatrale “Chissa’ se sara’ uno show”.
Si arriva cosi’ a “Torno sabato … e tre” che lo consacra campione di ascolti.
Con un bagaglio infinito di personaggi e imitazioni (quella esemplare di Renato Zero per citarne una) l’instancabile Panariello torna ad ottobre 2004 in tv con una trasmissione il cui titolo omaggia la nota canzone di Rino Gaetano, “Ma il cielo e’ sempre piu’ blu”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).

TV: PANARIELLO COMPIE 50 ANNI, TRA PICCOLO SCHERMO, CINEMA E TEATRO

Nel 2006 conduce il Festival di Sanremo. Al suo fianco Ilary Blasi. E’ l’anno in cui la kermesse musicale comincia a registrare un calo d’ascolti. Nel settembre 2008 e’ uscito il suo primo libro Non ti lascero’ mai solo, che narra la storia di un uomo che riesce a cambiare vita e a scoprire i veri valori della vita grazie all’aiuto di un piccolo cane.
(ITALPRESS).