RAI: RIZZO NERVO “GRAVI OMISSIONI TG1”

RAI: RIZZO NERVO “GRAVI OMISSIONI TG1”
ROMA (ITALPRESS) – “Le mie potrebbero apparire domande retoriche ma non lo sono: lo scorso 2 ottobre a differenza dei Giornali radio, del TG2, del TG3 e di Rainews, il TG1 che e’ la testata ammiraglia non ha fatto alcun servizio sugli editoriali dell’Osservatore Romano e dell’Avvenire che definivano ‘deplorevoli’ e ‘insopportabili’ alcune frasi del Presidente del Consiglio. Delle due l’una: o ha commesso un grave errore di omissione il direttore del TG1 o devono essere richiamati ad un’informazione piu’ sobria i direttori del giornale radio e degli altri telegiornali”. E’ quanto sostiene il consigliere Rai Nino Rizzo Nervo in una lettera inviata al presidente Paolo Garimberti e al direttore generale Mauro Masi. “Mi permetto di rivolgervi alcune domande – prosegue – confidando in una risposta, se non pubblica, almeno nel consiglio di amministrazione di mercoledi’ prossimo: se l’Osservatore Romano, organo ufficiale della Citta’ del Vaticano, esprime una critica nei confronti di un capo di governo e’ una notizia o un fatto routinario e quindi non meritevole di attenzione? Ed ancora: il fatto che nello stesso giorno l’Avvenire, che e’ il quotidiano di riferimento della Conferenza Episcopale Italiana, muove le stesse critiche allo stesso capo di governo, rafforza o no la notiziabilita’ della posizione del mondo cattolico nei confronti di un evento che aveva gia’ suscitato polemiche su tutta la stampa? E se il capo di governo e’ quello italiano e’ giusto informarne i lettori e i telespettatori di quel Paese?”.
(ITALPRESS).
mgg/red 04-Ott-10 15:13

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi