TV: MARCUZZI “TARICONE? UOMO IRRIPETIBILE, VOGLIAMO RICORDARLO AL GF”

TV: MARCUZZI “TARICONE? UOMO IRRIPETIBILE, VOGLIAMO RICORDARLO AL GF”
MILANO (ITALPRESS) – “Penso che un uomo come Pietro sia irripetibile non solo al “Grande Fratello”, ma nella vita in generale”. Cosi’ Alessia Marcuzzi parla su “Chi” in edicola domani,per la prima volta, ad alcuni mesi di distanza dalla sua scomparsa, di Pietro Taricone. “Ce ne sono pochi come lui, divertenti, istrionici, ma anche curiosi e profondi. Non ne ho mai parlato perche’ penso al dolore della sua famiglia, stiamo pensando di ricordarlo (al “Grande fratello”, che riparte il 18 ottobre, ndr) ma vorrei trovare il modo per non essere fuori posto”.
A proposito della nuova edizione del reality dice: “Il cast sara’ variabile, i provini vanno avanti anche nelle prossime settimane.
Ci saranno ospiti di passaggio, che trascorreranno nella casa solo qualche giorno, e concorrenti scelti all’ultimo. All’inizio partono in 15 o 16”. “Ci saranno ragazze bellissime, formose, intelligenti e peperine: quest’anno potrebbe vincere una di loro, sarebbe la prima volta con me”. “Ci sono storie difficili, storie di riscatto, si parlera’ anche di famiglie allargate e di giovani che hanno girato il mondo e sanno le lingue”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
mgg/com 05-Ott-10 14:00
TV: MARCUZZI “TARICONE? UOMO IRRIPETIBILE, VOGLIAMO RICORDARLO AL GF”-2-
E delle polemiche sulla partecipazione lo scorso anno di Mauro Marin, che ha amesso di aver avuto problemi psichici, la Marcuzzi dice: “Se e’ stato tutti quei giorni nella casa e ha anche vinto, vuol dire che erano problemi superabili. Ha avuto comportamenti strani, ma ce li hanno in tanti nella casa”.
(ITALPRESS).
mgg/com 05-Ott-10 14:00

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi