Pubblicità 

06 ottobre 2010 | 17:13

MUSEI: PUBBLICITA’ SU MONUMENTI; FAI, GRAZIE BONDI

 
SPE:MUSEI
2010-10-06 17:14
MUSEI: PUBBLICITA’ SU MONUMENTI; FAI, GRAZIE BONDI
VENEZIA
(ANSA) – VENEZIA, 6 OTT – Il Fai (Fondo Ambiente Italiano) è “estremamente soddisfatto” dell’intervento del ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi che ha chiesto di mettere a punto a nuove norme più adeguate per la pubblicità  sui monumenti, pur mantenendo la possibilità  di usufruire delle sponsorizzazioni, L’agosto scorso il Fai aveva sollevato la polemica contro i manifesti pubblicitari che a Venezia coprono Palazzo Ducale e il Ponte dei Sospiri e ringrazia quindi il ministro perché, riconoscendo “la necessità  di norme e limiti precisi”, ha raccolto l’appello. “Siamo abituati a tutelare il nostro patrimonio e quello che succede a Venezia – sottolinea Ilaria Borletti Buitoni, presidente Fai -. Se non esistono regole adeguate, rischia di essere un danno alla bellezza della città  perché impedisce la fruibilità  di beni così importanti”. “Pur riconoscendo il bisogno delle pubbliche amministrazioni e dei privati – prosegue la presidente – di reperire i fondi per restauri e manutenzioni indispensabili per la conservazione del patrimonio storico-artistico e ambientale, il grido d’allarme del Fai voleva attirare l’attenzione sul fatto che questo patrimonio non viene in realtà  tutelato se la pubblicità  non é contenuta in moduli dimensionali ed espressivi accettabili”. Da qui l’appello affinché le autorità  competenti intervenissero per dare regole chiare e precise: “Questo ha fatto nascere un dibattito – sottolinea il Fai – che ha coinvolto numerosi soggetti tra cui il Comune di Venezia e la soprintendenza, ha raggiunto i media internazionali e ha interessato i direttori dei principali musei del mondo”. (ANSA).
BOG/ S0B QBXB