TV: GOOGLE; PRIMO ASSAGGIO CON LOGITECH, SVELATO DECODER

 
SPE:TV
2010-10-07 18:00
TV: GOOGLE; PRIMO ASSAGGIO CON LOGITECH, SVELATO DECODER
ROMA
(ANSA) – ROMA, 7 OTT – Primo assaggio della Google Tv con Logitech, partner del colosso di internet insieme a Intel e Sony, che ha presentato alcuni apparecchi coi quali si potrà  accedere all’offerta di tv-internet del colosso di Mountain View. Logitech ha svelato “Revue”, dal costo di 300 dollari, il decoder della Google Tv che arriverà  entro la fine di ottobre negli Usa insieme a una tastiera senza fili che funzionerà  da telecomando per selezionare l’offerta di programmi tv e film e per navigare online. Presentata anche un’altra periferica per effettuare videochiamate. Nei giorni scorsi Google ha lanciato un sito interamente dedicato al nuovo prodotto, dando qualche anticipazione sulle peculiarità  della sua tv. Chrome sarà  un vero browser e il motore di ricerca funzionerà  sia sui programmi tv, sia tradizionalmente sui contenuti online. Ci saranno anche decine di ‘App’, il software per collegarsi ad Amazon, a twitter o alla radio Pandora. Ogni tv avrà  la sua homepage e si potrà  contemporaneamente seguire un programma tv e navigare online. Uno smartphone Android farà  anche da telecomando. Il colosso californiano ha stretto alcuni accordi con compagnie media e internet come NBC e Amazon.com, ma anche con HBO, Turner Broadcasting, Netflix e la NBA. La battaglia per conquistare la platea del nuovo salotto digitale è appena cominciata. Apple ha da poco rinnovato, e già  portato sul mercato, la sua nuova Apple Tv, un apparecchio da circa 99 dollari. I dispositivi della Google Tv dovrebbero essere lanciati questo mese negli Usa, a partire dal prossimo anno è invece previsto il debutto a livello globale. (ANSA).
Y14-VC/ S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi