Comunicazione

08 ottobre 2010 | 8:58

RAI: SANTORO, BATTIAMO UN COLPO CONTRO CONFLITTO INTERESSI

RAI: SANTORO, BATTIAMO UN COLPO CONTRO CONFLITTO INTERESSI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 7 OTT – “In Italia c’é una malattia che si diffonde come l’Aids e che si chiama conflitto di interesse”. Lo ha detto il conduttore di ‘Annozero’, Michele Santoro, invitando i colleghi a battere un colpo. Il giornalista ha aperto la puntata commentando le ultime decisioni della Rai, prima di lanciare l’intervista esclusiva a Gianfranco Fini, che ha proposto la privatizzazione della Rai. “E’ peggio che a Carlo Freccero vengano tolte le deleghe a Rai 4 o è peggio che sia stato mandato a Rai 4? – si è chiesto Santoro – E perché non si fanno i contratti a Vauro e Marco Travaglio? Perché chi dovrebbe indignarsi per tutto questo non si indigna? Perché c’é una malattia che si diffonde come l’Aids che si chiama conflitto di interessi. Se si privatizza quando c’é il conflitto di interessi e il conflitto di interessi che privatizza”. “Un giorno un dg, che sia chiaro non è Masi – ha aggiunto il conduttore – mi disse che la Rai è come una prostituta: di notte ci vanno tutti e di giorno ne parlano male. Bianca Berlinguer, invece, un’altra volta mi disse che la libertà  ce la portiamo dentro. Va bene dire che siamo liberi dentro, ma è meglio essere liberi anche fuori. Lo vedremo nei prossimi giorni. Abbiamo una faccia pubblica da mostrare, cari colleghi. Battiamo un colpo”. (ANSA).
CAS/ S0A QBXB