TLC: DE BENEDETTI, PIU’ GIUSTO FREQUENZE PER RETE CHE PER TV

 
ECO:TLC
2010-10-08 13:32
TLC: DE BENEDETTI, PIU’ GIUSTO FREQUENZE PER RETE CHE PER TV
CAPRI (NAPOLI)
(ANSA) – CAPRI (NAPOLI), 8 OTT – “L’uso della banda larga per trasmettere le informazioni via tablet è molto più efficace per la crescita della società  che l’utilizzo della stessa per le tv”. Se ne è detto convinto il presidente onorario dell’Espresso, Carlo De Benedetti, intervenuto al convegno ‘Giochiamoci il futuro’ organizzato da Between. “Il problema – ha spiegato De Benedetti – è la banda: le frequenze sono un bene limitato e per raggiungere l’obiettivo europeo bisognerà  che qualcuno dia quel bene alla collettività “. Per la rete, ha poi aggiunto, “serve un colossale investimento, perché le autostrade dell’informazione sono più importanti di quelle fisiche”. Ma, si è chiesto, chi potrà  sostenere l’investimento, visto che “lo Stato non ha soldi” e le aziende telefoniche nemmeno, dal momento che “le hanno indebolite comprandole”? Tra le ipotesi, De Benedetti ha citato la fiscalità  generale, o una fiscalità  specifica, come é stato fatto con il Cip6 nell’ambito energetico.
FP/ S0A QBXC

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci