Video

08 ottobre 2010 | 15:49

I video e le intercettazioni telefoniche del caso Giornale-Marcegaglia

Il direttore responsabile del quotidiano Il Giornale Alessandro Sallusti e il vice direttore Nicola Porro sono indagati nell’ambito di un’inchiesta della procura di Napoli, di cui si è avuta notizia il 7 ottobre 2010, su presunte minacce alla presidente della Confindustria Emma Marcegaglia, attraverso la raccolta di un dossier, dopo che l’imprenditrice aveva formulato critiche nei confronti del governo. L’ipotesi di reato formulata dai pm è di concorso in violenza privata (articolo 610 del codice penale). Sono state fatte anche alcune perquisizioni nella sede del quotidiano milanese e nelle abitazioni di alcuni giornalisti.
Nel corso di una conferenza stampa organizzata al Giornale assieme a Sallusti e Porro, il direttore editoriale Vittorio Feltri ha anche ironizzato su quale sarebbe stata la ragione per cui il Giornale avrebbe dovuto costruire dossier sulla Marcegaglia. “Perché avremmo dovuto farlo? Per un’intervista alla Marcegaglia che parla ogni 5 minuti in televisione e ci ha anche rotto i coglioni? Dell’intervista alla Marcegaglia – ha concluso – non ce ne frega niente”, aggiungendo che “quando dichiara ci fa venire il latte alle ginocchia”.

Il video della conferenza stampa di Vittorio Feltri, direttore editoriale del ‘Giornale’.

Feltri sulle relazioni con Emma Marcegaglia

La telefonata tra Arpisella, capo ufficio stampa della Marcegaglia, e Porro, vice direttore del Giornale
Il 16 settembre 2010 Rinaldo Arpisella, portavoce di Emma Marcegaglia (presidente di Confindustria), dopo la pubblicazione di un editoriale del direttore del Giornale, Alessandro Sallusti, dal titolo: “Gli italiani vogliono la verità  su Fini. Con buona pace della Marcegaglia…”, chiama il vicedirettore del Giornale Nicola Porro che poco prima aveva inviato allo stesso Arpisella il seguente sms: “Domani super pezzo giudiziario sugli affaire della family Marcegaglia”.

 

Nicola Porro il 10 ottobre 2010, ospite della trasmissione ‘Niente di personale’ su La 7, fornisce la sua versione dei fatti.
parte 1

parte 2