TV: DIGITALE;UNCEM CHIEDE GARANZIA COPERTURA IN AREE MONTANE

 
POL:TV
2010-10-11 12:42
TV: DIGITALE;UNCEM CHIEDE GARANZIA COPERTURA IN AREE MONTANE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 11 OTT – Nell’arco dei prossimi mesi verrà  completato il trasferimento dalla tv analogica alla tecnologia digitale anche nelle aree del Piemonte orientale, in Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. L’Uncem è impegnata a sostenere e promuovere le soluzioni più adeguate a superare il gap digitale, come la tv satellitare gratuita, e chiede al Governo di non sottrarsi alla necessità  di garantire pari opportunità  di trattamento anche ai residenti delle aree montane, intervenendo se necessario con opportuni incentivi economici. “Non vorremmo che anche nelle regioni dell’arco alpino interessate a breve dallo spegnimento della tv analogica – dice il Presidente dell’Uncem Enrico Borghi – si verificassero gli stessi disagi che hanno interessato le aree montane nei mesi precedenti. L’Uncem sta lavorando già  da tempo per assicurare la fruizione di un servizio essenziale quale quello televisivo in aree da sempre afflitte dal divario digitale, ma il Governo dal canto suo deve assicurare soluzioni compensative adeguate, se necessario intervenendo con incentivi mirati o soluzioni alternative come per esempio la tv satellitare gratuita”. Il recente passaggio dall’analogico al digitale ha infatti creato non pochi problemi nelle aree montane del Piemonte occidentale, poi risolti grazie a uno stanziamento straordinario del Governo che, unito a quello della Regione, permise alla Rai di acquistare apparati concessi in comodato, a titolo gratuito, alle Comunità  montane. (ANSA).
COM-VR/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci