New media, TLC

11 ottobre 2010 | 14:11

Tlc/ Bassanini (Cdp): Su società  rete freno tecnico e da Telecom

Apc-Tlc/ Bassanini (Cdp): Su società  rete freno tecnico e da Telecom
Da Calabrò diverse soluzioni industriali su nuove reti

Roma, 11 ott. (Apcom) – L’idea di costituire una società  delle reti per lo sviluppo della fibra ottica “resta sul tappeto. C’è stato un certo lavoro, ha incontrato resistenze e difficoltà , alcune di tipo tecnico altre che derivano dall’operatore ‘incumbent’, cioè Telecom, che vuole salvaguardare un proprio asset, a fronte del suo indebitamento”. Così il presidente di Cassa depositi e prestiti, Franco Bassanini, ha detto ai giornalisti a margine della cerimonia del ventennale dell’Antitrust, che gli chiedevano del progetto di costituzione di una società  unica tra gli operatori di telefonia per la realizzazione delle reti di nuova generazione.
Per Bassanini “ci possono essere soluzioni diverse per risolvere il problema dell’ammodernamento della rete”. Riferendosi, poi, a quanto detto da Corrado Calabrò, presidente dell’Autorità  per le comunicazioni, Bassanini ha detto che “Calabrò voleva sottolineare che esistono altre soluzioni diverse per risolvere il problema dell’ammodernamento della rete”. Anche una rete che “restasse proprietà  dell’incumbent potrebbe risolvere il problema – ha concluso Bassanini – purché fosse a disposizione di tutti a condizioni eque e trasparenti e si trovasse il modo di fare avvenire questa trasformazione in tempi non biblici”.

Rln/Sar

111438 ott 10