New media

12 ottobre 2010 | 15:48

I-TECH: EBAY,NUOVA APPLICAZIONE PER ECOMMERCE SU WINDOWS PHONE 7

I-TECH: EBAY,NUOVA APPLICAZIONE PER ECOMMERCE SU WINDOWS PHONE 7
(AGI) – San Jose (California), 12 ott. – eBay, la piu’ grande piattaforma di eCommerce al mondo, ha annunciato ieri in occasione del debutto internazionale dei dispositivi di Microsoft per il Windows Phone 7 la sua prima applicazione per Windows Phone 7. Questa consente un’esperienza personale e senza limiti di shopping, permettendo agli utenti di dedicarsi alla ricerca, fare offerte, comprare e verificare le loro attivita’ di vendita o acquisto in maniera veloce. L’applicazione sfrutta l’interfaccia panoramica di Microsoft consentendo agli acquirenti di passare attraverso le loro attivita’ eBay senza interruzioni. Sfrutta anche il vantaggio della tecnologia di notifica di Microsoft Phone 7, cosi’ che gli utenti ricevano alert in tempo reale relativamente a grandi affari e offerte migliori – tutto senza lasciare la loro schermata iniziale. “eBay e Microsoft condividono l’obiettivo comune di connettere gli utenti. Quando Microsoft si e’ rivolto a noi per Windows Phone 7, abbiamo accolto con entusiasmo l’opportunita’ di raggiungere piu’ utenti eBay e creare un’unica e avvincente esperienza di acquisto mobile sulla piattaforma di Microsoft”, afferma Steve Yankovich, Vice President of mobile and platform business solutions. “Abbiamo costruito questa applicazione dall’inizio alla fine, sfruttando a pieno i vantaggi del sistema operativo di Microsoft. Gli utenti potranno muoversi facilmente attraverso tutte le loro attivita’ eBay e ricevere in tempo reale notifiche sulle migliori offerte, sulle aste, e sugli oggetti in scadenza”. L’applicazione integra la piu’ innovativa tecnologia mobile di Microsoft e sara’ disponibile per essere scaricata gratuitamente dagli utenti Microsoft Windows Phone 7 a livello globale. La possibilita’ di comprare dalle oltre 200 milioni di inserzioni di eBay sara’ a disposizione in otto Paesi: Italia, Australia, Canada, Francia, Spagna, Germania, Regno Unito e Stati Uniti. (AGI) Red/Cau