Televisione

13 ottobre 2010 | 10:01

RAI: MASI “SANTORO àˆ SOLO VICENDA AZIENDALE, NESSUNA CENSURA”

RAI: MASI “SANTORO È SOLO VICENDA AZIENDALE, NESSUNA CENSURA”

ROMA (ITALPRESS) – Il provvedimento disciplinare adottato nei confronti di Michele Santoro “non puo’ essere in alcun modo considerato riconducibile a iniziative editoriali tendenti a limitare la liberta’ di espressione o il diritto di critica.
Santoro si e’ reso responsabile di due violazioni disciplinari ben precise: l’uso del mezzo televisivo a fini personali; un attacco diretto e gratuitamente offensivo al direttore generale, per una circolare a garanzia dell’equilibrio all’interno dei programmi di approfondimento informativo, che e’ stata approvata dal Cda”: Cosi’, in una nota, il direttore generale della Rai, Mauro Masi, che poi aggiunge: “Nessuna censura, ribadisco, nessun attentato alla liberta’ d’informazione. Le responsabilita’ di Michele Santoro sono esclusivamente di ordine disciplinare nell’ambito di precise disposizioni aziendali che tutti, all’interno della Rai, sono tenuti ad osservare. Non esistono dipendenti piu’ uguali degli altri o zone franche all’interno delle quali sia possibile garantirsi il diritto all’impunita’, tanto piu’ quando si arriva ad insultare il capoazienda in diretta televisiva con una modalita’ di contenuti ed espressioni che crea un caso che non ha precedenti al mondo”, conclude Masi.
(ITALPRESS).