Comunicazione

13 ottobre 2010 | 10:31

Rai/ Pardi: Vigilanza convochi subito Masi

Apc-Rai/ Pardi: Vigilanza convochi subito Masi
Operato Dg senza precedenti, neppure in Zimbabwe

Roma, 13 ott. (Apcom) – La Vigilanza convochi il Dg della Rai Mauro Masi dopo la sospensione di Annozero per dieci giorni. Lo dice Pancho Pardi, capogruppo Idv in Vigilanza. “L’operato di Masi non ha precedenti nemmeno nello Zimbabwe, direbbe lui stesso. Il comportamento tenuto nei confronti di Santoro è ormai un caso conclamato di sindrome del dittatore, che governa con atti arbitrari, instilla la paura con le minacce, imbavaglia la libertà  di espressione ed emette editti sulla base delle velleità  del suo Duce, Silvio Berlusconi. Il dg dev’essere rimosso al più presto, perché la Rai ha smesso di essere Eiar da parecchi decenni”. Il senatore Pancho Pardi, Capogruppo Idv in Commissione Vigilanza, commenta così la sospensione di Santoro decisa dal cda su proposta del dg. Il Cda e il Presidente della Rai – prosegue Pardi – devono essere espressione del pluralismo e hanno quindi il dovere di fermare la linea illiberale che Masi vorrebbe imporre al servizio pubblico. La Vigilanza deve intanto convocare quanto prima il direttore generale affinché spieghi quali scelte professionali animano le sue decisioni, o se non si debba invece sospettare che saranno le indagini della Procura di Trani a svelare il nuovo piano editoriale che il centrodestra ha in serbo per la Rai. L’Italia dei Valori si batterà  per difendere la democrazia. Masi deve rassegnarsi – conclude il senatore – e ingoiare il rospo: c’è vita oltre Mediaset”.

Red/Mdr

131108 ott 10