Televisione

14 ottobre 2010 | 9:01

ANNOZERO: ECCO MONOLOGO CHE HA CAUSATO LA SOSPENSIONE/SCHEDA

ANNOZERO: ECCO MONOLOGO CHE HA CAUSATO LA SOSPENSIONE/SCHEDA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 OTT – E’ stato l’intervento con il quale Michele Santoro ha aperto la prima puntata di ‘Annozero’ ed in particolare il finale del suo monologo, con il ‘vaffan…bicchiere’, a determinare la decisione del direttore generale della Rai, Mauro Masi, di sospendere il conduttore per dieci giorni. Santoro, rivolgendosi “ai più accaniti fan del premier ed in particolare ad uno di loro”, li invitava a considerarlo un dipendente, un disegnatore di bicchieri. “Io devo mettermi a fare i bicchieri. Lei che fa? – affermava il conduttore nell’anteprima del programma -. Rinuncia ai bicchieri, ci mette su la liquidazione e mi chiede di andare via. Poi decide di mandare in onda il programma, ma blocca la pubblicità , la produzione, ci toglie il tavolo da disegno e a Vauro e Travaglio non fa il contratto, ma non è finita”. “Come Fantozzi, vado dal megadirettore generale e lui mi chiede il controllo di qualità  – continuava il monologo -, ma non quello di sempre: i bicchieri non devono fare solo ‘tin’, ma ‘tin’ e ‘ten’ insieme. ‘Tin’ per Travaglio giustizialista e ‘ten’ per Sgarbi garantista. Ora dimenticate Santoro, dimenticate tutto. Se viene un direttore e vi dice: ogni bicchiere deve avere un marchio di libertà  ex ante, voi che rispondete? Ma ‘vaffan…bicchiere’”. (ANSA).
CAS/