TLC

14 ottobre 2010 | 9:19

Telecom I.: Bernabe’; livelli debito normali, ora si puo’ crescere

14 Oct 2010 08:08 CEDT Telecom I.: Bernabe’; livelli debito normali, ora si puo’ crescere
BUENOS AIRES (MF-DJ)–L’accordo siglato ieri su Telecom Argentina puo’ segnare una svolta per il futuro di Telecom Italia. Nell’illustrare i termini dell’intesa, l’a.d. Franco Bernabe’ ha detto che l’accordo “e’ importante in primo luogo perche’ consente di dare dimensione internazionale a Telecom Italia e, con Brasile e Argentina, possiamo effettivamente dire di avere una presenza in Sudamerica”.

Inoltre l’intesa e’ importante “per l’impatto sulla struttura finanziaria di Telecom: consolidare senza esborsi -ha spiegato Bernabe’- ci consente di riportare i parametri del debito sul Mol su livelli non dico di normalita’, ma quasi. Arriveremo a livelli che sono compatibili di fatto con una normale struttura finanziaria di una societa’ di tlc incumbent su un mercato maturo”. Bernabe’ ha spiegato che se Telecom Italia avesse consolidato nel 2009, il rapporto debito su Ebitda sarebbe passato da 2,9 a 2,7, mentre “nel 2010 il miglioramento sara’ ancora piu’ importante. Arriveremo a fine anno, con Telecom Italia che continua il suo processo di miglioramento sul fronte del debito e con il consolidamento di Telecom Argentina, a riportarci a una condizione che e’ di quasi normalita’ sul fronte dell’indebitamento”.

Telecom Italia vede ora davanti a se’ “prospettive di tornare a crescere, dopo tanti anni in cui l’obiettivo era di ridurre il debito e i costi”. Obiettivo fondamentale “resta la riduzione del debito -rassicura Bernabe’- ma questo accordo ci consente di vedere il futuro con meno ansia, meno pathos di come lo vedevamo in passato. Noi oggi abbiamo delle prospettive diverse: abbiamo da lavorare in Brasile, in Argentina, abbiamo un grande sforzo da fare, ma in una prospettiva positiva e non di continua contrazione del gruppo”. Secondo Bernabe’ “il contributo di Telecom Argentina puo’ essere molto importante anche ai fini delle agenzie di rating”. ren

 
 
(END) Dow Jones Newswires

October 14, 2010 02:08 ET (06:08 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.