Comunicazione

14 ottobre 2010 | 11:34

Rai/ Il Giornale: Santoro ha sbagliato, ma anche l’azienda

Apc-Rai/ Il Giornale: Santoro ha sbagliato, ma anche l’azienda
Se salterà  sanzione si accelera uscita Masi da azienda

Roma, 14 ott. (Apcom) – “Il Giornale è impegnato a reclamare per i propri redattori il massimo della libertà  di stampa quindi non può applaudire se a Michele Santoro viene impedito di andare in onda con Annozero”. Inizia così l’editoriale del Giornale, taglio centrale in prima pagina, sulla sospensione di due puntate di Annozero decisa dal Dg della Rai Mauro Masi. “Un conto – prosegue – è non essere d’accordo con il conduttore nell’impostazione del programma, e noi non lo siamo, un altro è tappargli la bocca perché ha tirato un vaffanc…a Mauro Masi, al quale anche noi talvolta lo tireremmo per quanto fa male il suo lavoro. De gustibus”. La Rai, si legge ancora, “è un’azienda pubblica finanziata dal canone versato obbligatoriamente dagli abbonati; e Masi non dovrebbe comportarsi come un preside stizzito ma come un manager”. Nella vicenda “hanno sbagliato entrambi i protagonisti”, Santoro e Masi, “però l’errore più grave lo ha commesso il direttore generale. Il quale dovrebbe sapere che adesso succederà  un pandemonio” e la Rai “sarà  costretta a rimangiarsi la sanzione” e Masi “accelererà  la sua uscita dall’Antennone nazionale”.

Mdr

141229 ott 10