Comunicazione

15 ottobre 2010 | 12:16

Rai/ Stampa romana: Dg querelator, solidali con Unità  e Manifesto

Apc-Rai/ Stampa romana: Dg querelator, solidali con Unità  e Manifesto
Gesto infondato e usato come clava per intimidire redazioni

Roma, 15 ott. (Apcom) – “Dopo ‘epurator’ ecco che arriva ‘querelator’: il direttore generale della Rai, Mauro Masi, deve essere vittima di una deriva ossessiva-compulsiva. Ora se la prende anche con L’Unita’ e Il Manifesto, rei di aver criticato la sospensione di Michele Santoro. La querela, per altro secondo me totalmente infondata in questo caso, non può essere brandita come una clava con l’intento di intimidire intere redazioni”. Lo dichiara Paolo Butturini, segretario di stampa romana. “Non è colpa dei colleghi – prosegue – se il direttore generale della Rai si muove, con un lapalissiano conflitto di interessi, svelando di obbedire a logiche e interessi assolutamente estranei suo ruolo di manager dell’azienda pubblica. Come spiegare altrimenti l’ossessiva attenzione ai Santoro, alle Dandini, mentre altrove si consuma il massacro del pluralismo informativo? Esprimo la mia solidarietà  e vicinanza a L’Unita’ e a Il Manifesto, sottoscrivendo tutte le notizie e le considerazioni dei colleghi”.

Red/Mdr

151252 ott 10