New media

18 ottobre 2010 | 9:12

BOOM CON TLABET E IPAD,VENDITE EBOOK+193% IN 1 ANNO USA

BOOM CON TLABET E IPAD,VENDITE EBOOK+193% IN 1 ANNO USA/ANSA
MERCATO RADDOPPIATO SU 2009, ORA E’ 9% DEL COMMERCIO DI LIBRI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 16 OTT – Negli ultimi otto mesi negli Stati Uniti il mercato dei libri elettronici è praticamente raddoppiato grazie ai nuovi lettori elettronici, come l’iPad. Secondo i dati diffusi dall’Association of American Publishers (AAP), nei primi otto mesi di quest’anno le vendite di libri elettronici sono aumentate del 192,9%, arrivando a un totale di 263 milioni di dollari (39 dei quali nel solo mese di agosto) e portando il comparto al 9% del totale dei libri commerciali venduti negli Usa. Nel 2002 era appena dello 0,02% e l’anno scorso, ancora del 3,3%. Un successo dovuto anche, sostengono alcuni analisti, all’arrivo di nuove applicazioni per telefonini intelligenti (oltre all’iPhone, anche Blackberry e Android) e al ribasso dei principali lettori digitali hardware, gli ‘ebook-reader’, come il Kindle di Amazon.com o Nook di Barnes & Nobles. Amazon.com, che quest’estate ha visto il sorpasso delle vendite digitali su quelle dei libri di carta spediti a casa, ha anche svincolato definitivamente il suo formato proprietario dal Kindle, annunciando una svolta che porterà  a usare i browser per leggere i libri direttamente online. Amazon ha anche annunciato di recente che pubblicherà  direttamente in digitale romanzi brevi e racconti, mossa che dovrebbe allargare ulteriormente il mercato elettronico, sostengono gli analisti. Un successo importante che non trova ancora riscontro in Europa. In Italia, poi, anche se il settore della vendita dei libri stampati attraverso Internet sta registrando buoni risultati (+13,9% sul 2008), quello degli ebook – secondo i dati diffusi dall’Aie alla recente Buchmesse di Francoforte – è ancora pari allo 0,03% del mercato digitale complessivo italiano. “Ma “l’ebook sta per diventare una realtà  nel nostro Paese” ha detto a Francoforte il presidente dell’Associazione italiana editori, Marco Polillo. E in effetti, proprio in questi giorni hanno annunciato la loro discesa nell’arena digitale Telecom e Mondadori, con Biblestore, una libreria da 1.200 titoli digitali, e la casa editrice Giunti, che ha firmato un accordo di distribuzione sull’iPad con Apple. Negli Usa, mercato leader, le cifre sono molto diverse. Solo su Amazon.com, che per la prima volta volta, nell’agosto scorso, ha visto un suo titolo digitale superare il milione di copie vendute, sono scaricabili 700 mila ebook, tra libri, riviste e giornali. Barnes & Noble, il colosso dell’editoria Usa che all’inizio dell’anno ha comprato Fictionwise per produrre ebook per il suo lettore Nook, dichiara un milione di titoli. E pensare che è tutto cominciato nel 1971, con gli amanuensi del Progetto Gutenberg, dal quale oggi vengono scaricati gratuitamente 100 mila ebook al giorno. secondo gli analisti, il successo definitivo del settore, sia negli Usa che nel resto del mondo, è legato all’editoria scolastica. Al momento quella cartacea negli Usa, secondo i dati dell’AAP, è ancora molto forte e quest’anno segna un aumento del 10% e 15,7% rispettivamente nelle edizioni in brossura ed economiche. Il mercato scolastico e accademico guarda però con sempre maggiore interesse ai lettori elettronici e sono in aumento gli studenti, soprattutto universitari per il momento, che si presentano a lezione con iPad e altri tablet negli Usa. (ANSA).
VC/ S0A QBXB