Borsino dei direttori

20 ottobre 2010 | 11:57

direttore di ‘Focus Storia’, ‘Wars’, ‘Biografie’, ‘Collection’ e ‘Geo’

Nell’ultimo Borsino, ottobre 2008, lo avevamo lasciato alla guida di Focus Storia e di Geo. E qui, due anni dopo, lo ritroviamo. E allora dove sta la novità ? Sta in un intermezzo, dal dicembre 2009 a fine settembre, in cui Casareto ha lasciato Geo nelle mani di Annalisa Monfreda per dedicarsi anima e corpo allo sviluppo del sistema di Focus Storia, che ha ampliato con il lancio di ben tre nuove testate: il bimestrale Wars, il trimestrale Biografie e gli speciali Collection.
Ora la recente nomina di Monfreda alla direzione di Cosmopolitan, ma soprattutto il buon avvio dei nuovi periodici, hanno convinto l’editore che Casareto può di nuovo prendersi cura anche di Geo. “Continuerò in quel lavoro d’irrobustimento dell’identità  di Geo come mensile di geografia, antropologia, etnografia, cioè di giornale che parla principalmente dell’uomo e degli ambienti in cui vive”, spiega. “Questo è il taglio giusto per l’Italia e comporterà  anche un minore contributo da parte del network internazionale di Geo dal quale d’ora in poi prenderemo circa il 60% dei servizi”. E poi ci sono nuovi sviluppi in campo digitale, con progetti che in parte vedranno la luce entro dicembre.
Casareto, nato a Chelmsford, in Inghilterra, il 24 ottobre 1966, vive a Milano dall’età  di due anni. Diplomato al liceo scientifico, dopo la laurea in astrofisica sceglie la strada della divulgazione scientifica che più soddisfa la sua natura di ‘curioso onnivoro’. Per fortunata coincidenza nel novembre 1992 nasce Focus, al quale Casareto comincia a collaborare dall’anno successivo e dove viene assunto da Sandro Boeri nell’ottobre ’96. Nel 2000 diventa caposervizio; poco dopo Boeri gli affida il coordinamento della redazione del trimestrale Focus Extra e nel 2002 lo promuove caporedattore. E qui è di Casareto l’idea di dedicare a uno dei temi di maggior successo di Focus Extra – la storia – una testata autonoma. Il primo numero di Focus Storia, sull’Antica Roma, esce a fine 2004 e fa il botto: esaurito in edicola e ristampa per un totale di 350mila copie vendute. Nel luglio 2006, con il passaggio di Focus Storia a bimestrale, arriva anche la nomina a vice direttore. Poi, nel settembre 2008, la doppia direzione di Focus Storia (diventato nel frattempo mensile) e di Geo, e così arriviamo al discorso di partenza.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 410 – ottobre 2010