Editoria

20 ottobre 2010 | 13:49

GIORNALISTI: TRE DONNE VINCONO IL PREMIO ‘CUTULI’

 
POL:GIORNALISTI
2010-10-20 14:12
GIORNALISTI: TRE DONNE VINCONO IL PREMIO ‘CUTULI’
STEFANELLI, MARIA GRAZIA NON CERCAVA SCOOP PER FARSI ASSUMERE
MILANO
(ANSA) – MILANO, 20 OTT – Sono tre donne le vincitrici del Premio internazionale di giornalismo Maria Grazia Cutuli 2010: per la stampa estera la corrispondente, con base a Beirut, per il Medio Oriente di ‘Le Monde’ Cecile Hennion; per la stampa italiana Tiziana Prezzo, esperta di multimedialità , di SkyTg24 e per il ‘giornalista siciliano emergente’ la free-lance Donata Calabrese di Gela (Caltanisetta) che collabora con ‘Giornale di Sicilia’, Agi e due emittenti televisive. I riconoscimenti sono stati resi noti oggi, nella sede del Corriere della Sera a Milano, dal vicedirettore del quotidiano Barbara Stefanelli (la giuria è presieduta dal direttore Ferruccio de Bortoli), da Mario Cutuli, fratello della giornalista rimasta uccisa, il 19 novembre 2001, in un agguato in Afghanistan lungo la strada tra Jalalabad e Kabul, che è presidente della fondazione istituita a suo nome, e da Antonio Ferrari, storico inviato e corrispondente del giornale. Il vicedirettore Stefanelli ha voluto chiarire, smentendo “quanto affermato in un corso giornalistico”, che “Maria Grazia non era una free-lance, ma era assunta da due anni al Corriere della Sera e non abbandonò il convoglio quando avvenne l’attentato”. “Era una collega scelta per la sua bravura e per la sua esperienza del Medio Oriente – ha sottolineato Stefanelli – ed era nel pieno della fioritura della sua attività  professionale. Aveva completa consapevolezza dei rischi che correva, non cercava scoop per farsi assumere, e tutto venne ben organizzato nei limiti di una situazione di forte instabilità . Tutto quanto dico si può verificare. Venne poi nominata inviato in omaggio al suo ricordo”. (ANSA).
SI/ S0A QBXB