Scelte del mese

20 ottobre 2010 | 15:06

Prima di tutto la divulgazione

Mentre debutta l’ottava edizione del Festival della scienza di Genova, Codice-Idee per la cultura sta preparandosi a sbarcare a Milano con ’2050. Il pianeta ha bisogno di te’, una mostra dedicata ai ragazzi realizzata in collaborazione con il Science Museum di Londra.Dalla grande mostra su Darwin all’ottava edizione del Festival della scienza di Genova, che si aprirà  il 29 ottobre, non si può certo dire che quelli di Codice (sottotitolo: Idee per la cultura) stiano con le mani in mano. È vero invece che gran parte delle loro iniziative, mostre scientifiche soprattutto, ma anche festival, rassegne, consulenza alle aziende che vogliono investire in iniziative e sponsorizzazioni culturali, trova cittadinanza lontano da Torino, dove la società  ha la sua sede. Vittorio Bo, che di Codice è il ‘papà ’ (l’ha fondata nel 2002 dopo una lunga carriera editoriale che lo ha portato fino alla direzione generale e all’amministrazione di Einaudi), non sembra farci troppo caso, neppure adesso che ha appena abbandonato l’incarico di curatore della mostra torinese ‘Stazione futuro’, uno dei progetti destinati a celebrare i 150 anni dell’Unità  d’Italia. Di mezzo c’è stato un cambio di amministrazione regionale e qualche divergenza di vedute su che cosa significhi oggi raccontare l’innovazione. Ora la mostra (che nel frattempo è stata affidata al direttore di Wired Riccardo Luna) si sta trasformando in una difficile scommessa, tra ricorsi al Tar e finanziamenti in bilico.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 410 – Ottobre 2010