Cosa vogliono fare

È una gara affascinante per molti motivi quella fra i tre candidati alle primarie del centrosinistra per la poltrona di sindaco di Milano. In pista ci sono tre personaggi fuori spartito: non sono leader politici, ma la politica la conoscono piuttosto bene. Sono personalità  di successo nei loro campi specifici che, nonostante biografie ed età  diverse, dicono cose abbastanza simili. Anche se stile, argomentazioni e sensibilità  sono indubbiamente diversi. L’architetto Stefano Boeri, l’avvocato Giuliano Pisapia e il giurista ed ex presidente della Corte costituzionale Valerio Onida sono in gara per guadagnarsi il titolo di sfidante di Letizia Moratti nel voto della prossima primavera. La Moratti, data in calo di consensi, è comunque ancora in testa nei sondaggi preliminari. Chi dei tre vincerà  le primarie dovrà  comunque fare i conti con un’avversaria forte di una grande visibilità  pubblica e, soprattutto, senza limiti di spesa nell’affrontare la campagna per la rielezione. Partita complessa, dunque, che si giocherà  soprattutto sulla comunicazione, sulla qualità  e sulla capacità  di penetrazione dei messaggi degli sfidanti di centrosinistra in settori di elettorato di centrodestra delusi da cinque anni di governo di Donna Letizia. Una sfida impervia, ma non impossibile, stando ai numeri di partenza.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 410 – Ottobre 2010

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta