Protagonisti del mese, Scelte del mese

20 ottobre 2010 | 16:04

Non basta stringere la cinghia

Dopo le dimissioni di Alessandro Bompieri, direttore dell’area editrice, approdato a luglio alla poltrona di amministratore delegato della Rcs Libri, il 1° ottobre è arrivato dalla Mondadori (dove era direttore della divisione periodici) Gianni Vallardi con la qualifica di direttore generale dell’area quotidiano e con il compito non proprio esile di “coordinarla nelle sue varie articolazioni contribuendo a rafforzare la presenza del gruppo nei mercati di riferimento e lo sviluppo di importanti progetti editoriali”. Traduzione: nelle mani di Vallardi hanno ora consegnato il piccone, strumento che, è noto, sa utilizzare fin da quando ha messo i pantaloni lunghi, oltre che il controllo sulla pubblicità . Tra le tante cose Vallardi si occuperà  anche dell’on line per il quotidiano, mentre l’amministratore delegato Donatella Treu mantiene l’interim dello sviluppo e delle tecnologie web del gruppo, dopo che Paola Bonomo è passata a Vodafone, come responsabile On line services al posto di Vittorio Veltroni ora in Mondadori.
Manager di notevoli e indiscusse competenze sul piano della gestione – caratteristica che ha molto pesato al momento della sua scelta – Vallardi si trova a fare i conti con una situazione economica a dir poco difficile per la casa editrice di Confindustria. Dai dati del primo semestre 2010 emerge un calo del 4,6% dei ricavi consolidati e un risultato netto di -11,9 milioni. Mentre migliora l’Ebitda, il margine operativo lordo: 2,3 milioni rispetto agli 0,8 milioni del primo semestre 2009.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 410 – Ottobre 2010