Televisione

21 ottobre 2010 | 9:02

PUBBLICITA’: SKY, UGO LA TALPA E’ PIU’ VIVO CHE MAI

PUBBLICITA’: SKY, UGO LA TALPA E’ PIU’ VIVO CHE MAI
‘PER IL GIURI’ ILLECITA CAMPAGNA COMPARATIVA MEDIASET’
ROMA
(ANSA) – ROMA, 20 OTT – “Ugo la talpa è più vivo che mai”: così Sky commenta le motivazioni – rese note oggi – della recente pronuncia del Giurì della pubblicità  sugli spot comparativi di Mediaset e della stessa tv satellitare, sottolineando che la decisione ha di fatto “promosso” Fiorello e il personaggio della talpa, protagonisti della campagna. “In merito alla campagna di Mediaset di cui ha chiesto l’immediata sospensione, il Giurì – spiega Sky in una nota – ha dichiarato che ‘la comparativa Mediaset e’ in contrasto con l’articolo 15 – quello che disciplina le pubblicità  comparative – poiché le offerte non sono omogeneé in quanto ‘l’offerta di Sky, in particolare quella disponibile a 29 euro mensili, è assai più ricca e varia della parallela offerta di Mediaset Premium’ e quindi questo non autorizza Mediaset ‘a fornire al consumatore notizie fuorvianti come indiscutibilmente accade se si pongono in comparazione prodotti o servizi fra loro disomogenei’”. Quanto alla campagna Sky, “Ugo La Talpa – afferma ancora la tv che fa capo a Rupert Murdoch – è libero di comunicare con il suo amico Fiorello i vantaggi e la qualità  dell’offerta della pay tv. La campagna multi soggetto che ha come protagonista Fiorello e Ugo la Talpa è infatti definita ‘un’intelligente idea creativa volta ad esaltare la ricchezza dell’offerta Sky’ che la pay tv può esaltare ‘avvalendosi di una tecnica pubblicitaria così fine e brillante’. Il Giurì ha infatti ravvisato nel solo soggetto ‘Esci dal Buco’ – soggetto la cui pianificazione è già  terminata prima ancora del pronunciamento – un riferimento di carattere denigratorio a causa del fatto che ‘cita precisamente Mediaset Premium’”. “Inoltre, sono risultate pienamente legittime per il Giurì – conclude Sky – le campagne ‘il calcio piu’ bello è solo su Sky’ e ‘Scegli tu il migliore’, contestate nel medesimo ricorso da Mediaset”. (ANSA).
COM-MAJ/ S0A QBXB