New media

21 ottobre 2010 | 16:05

INTERNET: IN ITALIA ‘BATTESIMO’ DELLA RETE A 10 ANNI

INTERNET: IN ITALIA ‘BATTESIMO’ DELLA RETE A 10 ANNI
(ASCA) – Milano, 21 ott – In Italia l’età  media del primo accesso a internet  è 10 anni. Il dato, che emerge da Eu Kids Online, una ricerca europea sui rischi e le opportunità  della rete, pone il nostro Paese tutto sommato in linea con una tendenza europea. Nel Vecchio Continente, infatti, i ragazzi cominciano a usare la rete sempre prima: l’età  media in cui si inizia ad andare online  è 7 anni in Svezia e 8 negli altri paesi nordici. In tutti i paesi europei, un terzo dei bambini di 9 e 10 anni e più dei due terzi dei quindici – sedicenni usano internet quotidianamente. Uno strumento che in certi casi può anche diventare un rischio: lo studio mette infatti in luce che oltre il 12% dei ragazzi si dice turbato o infastidito da contenuti visti in internet. A suscitare maggiore disagio sono contenuti come la pornografia, il bullismo, messaggi a sfondo sessuale e user generated content offensivi. Difficilmente, però, simili esperienze sono oggetto di discussione e condivisione con i genitori. Dalla ricerca emerge infatti come la maggioranza dei genitori di bambini che hanno sperimentato situazioni pericolose in rete sia del tutto inconsapevole di quanto accaduto ai propri figli. Per esempio, più della metà  dei genitori di bambini vittime di bullismo online esclude che i propri ragazzi abbiano vissuto esperienze di questo tipo. L’indagine rivela anche come siano i bambini piu’ piccoli quelli maggiormente vulnerabili ai pericoli della rete. Repubblica Ceca, Estonia, Lituania e Svezia sono i paesi che registrano un più alto tasso di incidenza dei rischi online. Italia, Portogallo e Turchia, invece, quelli dove la percentuale di bambini che si sono imbattuti in pericoli online  è tra le più basse d’Europa.