Comunicazione, TLC

22 ottobre 2010 | 15:47

Vodafone/ India presenta controverso maxi conto arretrati fiscali

Apc-Vodafone/ India presenta controverso maxi conto arretrati fiscali
1,8 mld su un’operazione del 2007, sarebbe pericoloso precedente

Mumbai, India, 22 ott. (Ap) – Il governo dell’India ha presentato a Vodafone un salatissimo e controverso conto di arretrati fiscali: 112,18 miliardi di rupie, quasi 1,8 miliardi di euro che secondo Nuova Delhi la multinazionale britannica dovrebbe pagare sull’acquisizione, nel 2007 delle attività  nel subcontinente dalla Hutchison Telecommunications International di Hong Kong. Una istanza a cui Vodafone si oppone fermamente, e su cui già  in precedenza aveva fatto ricorso alle vie legali, con una disputa che lunedì prossimo dovrebbe finire davanti alla Corte Suprema. Intanto il governo ha dato a Vodafone 30 giorni per regolare i suoi arretrati.
L’operazione in questione, da 11 miliardi di dollari, ha consentito a Vodafone di creare una joint venture assieme all’indiana Essar che rappresenta uno dei maggiori operatori di telecomunicazioni del paese. E l’amministratore delegato di Vodafone, Vittorio Colao, in una intervista all’India Economic Times ha avvertito che in parte il futuro degli investimenti del suo gruppo nel paese dipenderanno da questa disputa fiscale. Ma non è solo Vodafone a seguire attentamente la vicenda: anche le altre multinazionali temono che ne sorga un pericoloso precedente che le metterebbe a rischio di stangate fiscali in base alle normative indiane.

Voz

221524 ott 10