TLC

25 ottobre 2010 | 13:31

TLC: CONSENSI BIPARTISAN ALLA KROES SU TARIFFE UNBUNDLING

TLC: CONSENSI BIPARTISAN ALLA KROES SU TARIFFE UNBUNDLING

(AGI) – Bruxelles, 25 ott. – Consensi bipartisan per la decisione della Commissaria europea Neelie Kroese sulle tariffe di unbundling. Come e’ noto la Kroes, responsabile per la digital agenda, ha ‘rispedito al mittente’ la proposta di revisione tariffaria che l’Agcom ha inviato a Bruxelles in merito al costo dell’accesso alla rete in rame di Telecom Italia da parte degli operatori alternativi. Una decisione apprezzata dall’eurodeputato Matteo Salvini (Lega Nord): “La Commissaria Kroes non poteva che riconoscere l’artificiosita’ dei valori proposti dall’Agcom e bene ha fatto a chiedere di ricalcolarli”. Salvini, membro della commissione mercato interno e tutela dei consumatori del Parlamento Europeo, sottolinea che “la decisione della Kroes e’ coerente con la strategia prevista dalla ‘digital agenda’ che tra i suoi obiettivi principali ha quello di consentire l’accesso ad internet a tutti i cittadini e tutte le imprese europee a condizioni eque”.

“L’intervento UE sull’unbundling va nella direzione giusta”: afferma a sua volta Paolo Gentiloni, (PD). “Il commissario Kroes, infatti, condividendo la scelta di collegare tariffe e qualita’ della rete, chiede tuttavia un calcolo piu’ equo e impegni piu’ chiari da parte del gestore della rete sulla qualita’. Concorrenza e qualita’ della rete – conclude Gentiloni – sono i valori da difendere nell’interesse dei cittadini”. E non e’ da meno il deputato Nino Foti (Pdl): “Come sostenevo i calcoli sulle tariffe proposti dall’Agcom sono sbagliati e gli aumenti ingiustificati”. L’Authority, conclude, “deve rispettare la direzione indicata da Bruxelles senza se e senza ma”. Per il senatore della Lega Nord, Piergiorgio Stiffoni, membro della commissione Lavori pubblici e comunicazioni del Senato, “l’Agcom ora deve rifare i calcoli e abbassare subito le tariffe ridando vigore alla concorrenza”. Anche l’eurodeputato Francesco de Angelis (Pd), componente della commissione industria del Parlamento Europeo, esprime soddisfazione per la decisione della Kroes: “La bocciatura dei prezzi proposti dall’Agcom, elimina il pericolo che il provvedimento italiano potesse rappresentare un precedente in Europa, pericolosamente imitabile dai regolatori di altri Paesi, che avrebbe portato ad un generale rialzo dei prezzi dei servizi di tlc: la Commissione ha inteso tutelare i consumatori”. (AGI) Cle