DIRITTI MEDIASET: BERLUSCONI E IL FIGLIO NON VANNO DA PM ROMA

DIRITTI MEDIASET: BERLUSCONI E IL FIGLIO NON VANNO DA PM ROMA

(AGI) – Roma, 26 ott. – Hanno disertato l’invito a comparire gli indagati, a cominciare dal premier Silvio Berlusconi e dal figlio Piersilvio, che la procura di Roma aveva citato per ieri e oggi nell’ambito dell’inchiesta sulla compravendita dei diritti televisivi Mediaset. In particolare, sono stati gli stessi difensori a far sapere al procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e al pm Barbara Sargenti che i due Berlusconi non si sarebbero presentati a piazzale Clodio.  La procura romana, cui quella milanese aveva trasmesso nei mesi scorsi l’incartamento perche’ la sede di Rti era nella capitale, sta indagando sugli aspetti fiscali legati alle acquisizioni di film e fiction fatte nel periodo 2003-2004. L’ipotesi dei magistrati e’ che sia stata commessa una frode per circa dieci milioni di euro. Evasione fiscale e violazione di norme tributarie sono i reati contestati negli avvisi a comparire inviati, oltre ai due Berlusconi, a dirigenti Mediaset e ad intermediari. (AGI) Cop

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi