New media

26 ottobre 2010 | 15:45

HALLOWEEN: RISCHIO DI VIRUS INFORMATICI CONTENUTI NELLE… ZUCCHE

HALLOWEEN: RISCHIO DI VIRUS INFORMATICI CONTENUTI NELLE… ZUCCHE

(AGI) – Roma, 26 ott. – “E-mail legate ad Halloween vengono usate per camuffare truffe online, spesso con la promessa di regali e altre sorprese divertenti, gratis e troppo belle per essere vere. Ad oggi, Norton ha individuato e-mail che pubblicizzano concorsi a premi, lotterie, gift card, e-card, regali personalizzati, contest online, prodotti per la stampa e costumi gratuiti”. E’ quanto annuncia in una nota la Symantec, una delle societa’ informatiche che si occupa di programmi antivirus avanzati, attraverso anche il software norton.

“Come se fantasmi – si legge nella nota – folletti e demoni non spaventassero abbastanza, i cyber criminali sanno che con Halloween alle porte, le persone sono in cerca di consigli last minute per rendere la notte delle streghe davvero speciale.

Giocando sulla naturale curiosita’ della gente, gli hacker sono capaci di indurre gli utenti a cliccare su link spam, che consentono loro di avere accesso ai computer e sottrarre le informazioni personali”.

La Norton prevede cosi’ che il “volume di questo tipo di truffe aumenti con l’avvicinarsi di Halloween. Gli esperti della sicurezza suggeriscono di seguire alcuni consigli su come proteggersi da questi e altri horror online: Proteggi il tuo computer dagli zombie! – Il 69% degli italiani e’ stato vittima di cyber crimine e le minacce piu’ comuni sono le botnet zombie, che consentono agli hacker di controllare il computer utilizzandolo per creare spam o lanciare attacchi su altri PC – senza che te ne renda conto! Utilizza un software di sicurezza affidabile che ti avvisi quando stai per cliccare su un link dannoso”. Ma ancora: “attenzione alle e-mail e alle attivita’ dall’oltretomba! – I cyber criminali possono sfruttare e-mail non piu’ attive e account social network di chi non c’e’ piu’, inviando spam e link dannosi, apparentemente da sottoterra. Contatta il service provider o il sito web per denunciare questi furti”. (AGI) Red