New media, TLC

27 ottobre 2010 | 12:21

GIAPPONE: E-BOOK NON DECOLLANO, PROVATI DA 10% POPOLAZIONE

 
EST:GIAPPONE
2010-10-27 13:13
GIAPPONE: E-BOOK NON DECOLLANO, PROVATI DA 10% POPOLAZIONE
MA BIG INDUSTRIA SCOMMETTONO SU NUOVI SERVIZI E DISPOSITIVI
TOKYO
(ANSA) – TOKYO, 27 OTT – In Giappone, patria mondiale dei gadget digitali di ogni tipo, stenta a decollare il formato del libro elettronico, con appena il 10% della popolazione che dichiara di aver provato la nuova tecnologia. E’ la fotografia che emerge da un sondaggio del quotidiano nipponico Mainichi secondo cui, dal campione di 4.800 persone oltre i 16 anni di età , l’editoria digitale nel Sol Levante è ancora una nicchia riservata ai più giovani. Il 30% delle persone intorno ai venti anni dichiara di aver utilizzato gli e-book, contro una quota di appena il 3-4% tra gli ultra cinquantenni, mentre tra coloro che dicono di non aver mai usufruito dei libri elettronici – l’86% del campione complessivo – la stragrande maggioranza si dice non interessata a farlo (77% contro un 21% di potenziali ‘curiosi’). La caratteristica che attrae di più gli utenti attuali e futuri degli e-book è la comodità  di non doversi recare in libreria per acquistare nuovi titoli (34%), mentre alla fascia di età  over 50 piace soprattutto (15-22%) la possibilità  di ingrandire a piacimento il testo sui dispositivi digitali. Per coloro che si dichiarano non interessati al formato, prevale “l’attaccamento ai libri stampati” (33%), seguito dalla difficoltà  di comprendere il funzionamento dei congegni (28%). Sebbene il sondaggio delinei una tendenza opposta rispetto ai mercati internazionali, dove gli e-reader (Amazon Kindle in testa, ma anche iPad e altri gadget) registrano vendite in netto aumento, i ‘big’ dell’industria nipponica puntano forte sul decollo dell’editoria digitale anche nel mercato domestico. Sony, una delle star del ‘dream team’ che comprende anche il quotidiano Asahi (secondo giornale del Sol Levante con oltre 8 milioni di copie cartacee vendute nell’edizione del mattino), il colosso delle tlc Kddi e Toppan Printing, ha gettato le basi di una piattaforma aperta per vendere e distribuire e-book che partirà  entro l’anno. Non sono da meno Sharp, che ha annunciato per dicembre un servizio e-book in concomitanza con il debutto del tablet ‘Galapagos’, e Ntt Docomo, primo operatore mobile del Paese, che insieme a Nippon Printing presenterà  il prossimo mese uno shop online pensato per i dispositivi wireless, compreso il popolarissimo iPad di Apple. (ANSA).
YY2-FT/ S0B QBXB