New media

28 ottobre 2010 | 15:38

INTERNET: POLIZIA POSTALE, NON ACCEDIAMO A PROFILI FACEBOOK

 
CRO:INTERNET
2010-10-28 16:31
INTERNET: POLIZIA POSTALE, NON ACCEDIAMO A PROFILI FACEBOOK
(V.: ‘INTERNET: ESPRESSO, POLIZIA POSTALE…’ DELLE 14:25)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 28 OTT – La polizia “non può accedere ai profili degli utenti di Facebook, se non dopo un’autorizzazione del magistrato e con l’utilizzo di una rogatoria internazionale”. Lo precisa il direttore della polizia postale e delle comunicazioni, Antonio Apruzzese, in riferimento all’articolo che sarà  pubblicato domani dall’Espresso. “Si tratta di un equivoco” afferma Apruzzese, che poi spiega: “Alcune settimane fa sono venuti i responsabili di Facebook in Italia, in seguito ad una serie di contatti che abbiamo avuto nei mesi passati con l’obiettivo di capire come funziona la loro macchina”. Nel corso dell’incontro, i responsabili dell’azienda di Palo Alto hanno fornito alla polizia postale – che le ha a sua volta inoltrate a tutte le forze di polizia italiane – le ‘linee guida’ per gestire tutto ciò che richiede l’intervento della polizia giudiziaria. “Ci hanno spiegato le loro procedure d’intervento – dice ancora Apruzzese – e si tratta di procedure che non ci consentono in alcun modo di accedere ai profili”. Dunque nessuna possibilità  di spiare gli utenti. “Noi – prosegue il direttore della polizia Postale – svolgiamo quotidianamente un’attività  di monitoraggio della rete, che è la stessa che fanno i colleghi in strada con le volanti. Non abbiamo la possibilità  di entrare nei domicili informatici né nelle caselle postali degli utenti internet, senza autorizzazione della magistratura”. Una cosa che tra l’altro, conclude Apruzzese, “non ci passa neanche per la testa, visto che sarebbe un reato e non sarebbe utilizzabile come fonte di prova”.(ANSA).
GUI/ S0B QBXB