Televisione

29 ottobre 2010 | 9:29

Masi: Abituato alle battaglie, porto a termine miei mandati

Apc-Rai/ Masi: Abituato alle battaglie, porto a termine miei mandati

Roma, 29 ott. (Apcom) – Nessuna barricata, “sono abituato alle battaglie. Sono i momenti in cui cerco di essere più lucido”. Lo dice il Dg della Rai, Mauro Masi, a Libero. E sul rinvio del Cda, che doveva varare un corposo pacchetto di nomine e che il Presidente Garimberti ha rinviato alla prossima settimana, “rinviare la seduta è nelle sue prerogative. Lo conosco poco come persona, abbiamo solo rapporti aziendali. Dovreste chiedere a lui le ragioni di questo rinvio e perché consideri le nomine la madre di tutte le battaglie. Io cerco sempre di trattare, ma per farlo bisogna essere in due. So solo che ci sono normali esigenze di avvicendamento. Come in tutte le aziende”.

Quanto alla protesta Usigrai e le critiche della minoranza, che in Cda è sul piede di guerra, “sono un osso molto più duro di quanto vadano pensando in molti e sono abituato a portare a termine i mandati che mi vengono assegnati”, nel caso della Rai con due obiettivi, “risanamento dei conti” e “pluralismo dell’informazione” che “non significa pensiero unico o faziosità  nelle trasmissioni ma pluralità  di voci”. Sui programmi Masi ribadisce che “è tutto a posto” su ‘Vieni via con me’ di Fazio e Saviano e liquida come “leggenda metropolitana” quella della cancellazione della tutela legale per Report.

In generale, dice Masi a Libero, “sono in tanti” e “di tutti i partiti, destra centro e sinistra, quelli che chiamano per chiedermi qualcosa finendo la telefonata con la stessa frase, ‘Oh direttore, resti tra noi..’. E io rispetto la regola del silenzio”.

Mdr

290915 ott 10