Televisione

04 novembre 2010 | 10:04

ANSA/TV: ALMANACCO SURREALE PER RITORNO IN RAI GENE GNOCCHI

ANSA/TV: ALMANACCO SURREALE PER RITORNO IN RAI GENE GNOCCHI
COMICO, INTERVISTEREMO L’UNICO GAY CHE E’ STATO CON IL PREMIER
MILANO
(di Pierpaolo Lio) (ANSA) – MILANO, 3 NOV – Le sue rubriche hanno scandito per anni le giornate dei telespettatori italiani. Dopo quasi due decenni di pausa torna, da domenica 7 novembre, in seconda serata su Raitre, una delle trasmissioni ‘cult’ di ‘mamma’ Rai, L’Almanacco del giorno dopo. Un ritorno che passa però per le mani di Gene Gnocchi, la cui comicità  surreale ne ha riplasmato gli spazi fino a trasformarlo nell’Almanacco del Gene Gnocco, creatura che sancisce il ritorno del comico emiliano al servizio pubblico, con la promessa di “non fare sconti a nessuno”. “Marchionne sorge alle 7.20 e finisce di licenziare l’ultimo operaio Fiat alle 22″: è solo uno degli esempi della lente ironica e deformante con cui Gnocchi ha ridato vita alla trasmissione ripescata dalle Teche Rai come “omaggio a Paola Perissi”, ha scherzato oggi alla presentazione a Milano. Dell’originale, il nuovo ‘Almanacco’ – che per 18 settimane (nove puntate di un’ora, più altre nove in programma) movimenterà  le domeniche del terzo canale – conserva solo la struttura. Basta però dare un’occhiata ai titoli per capirne lo stravolgimento surreale: ‘Lo sciopero della settimana’, ‘I tagli alla cultura della settimana’, ‘La scultura di Cattelan della settimana’. Rubriche che colpiranno indistintamente nel mucchio: politici e stilisti, esponenti del mondo culturale ed economico. Nessuno è al riparo dalla lingua di Gene Gnocchi, che celebrerà  San Lele Mora e anticiperà  la prossima vicenda di cronaca nera al centro di un plastico di Porta a porta. “E’ un programma semplice che ridà  dignità  alla parola scritta – ha detto Gene – e che privilegia il testo. Una cosa che nella televisione di questi tempi non è poco”. Una trasmissione su cui Paolo Ruffini, direttore di Raitre, ha detto di “puntare molto” e che Loris Mazzetti, capostruttura, ha celebrato come una vittoria perché “ho inseguito Gene per anni e ora aggiungiamo un’altra perla al nuovo palinsesto di Raitre”. Il comico si muoverà  tra due studi, da dove lancerà  le rubriche o intervisterà  personaggi improbabili come il commercialista Maya “a cui chiederemo se convenga o meno pagare l’Irpef – ha anticipato il comico – visto che hanno predetto la fine del mondo per il 2012″. Al suo fianco non potrà  mancare una donna che sarà  ‘onorata’ del titolo di ‘Presenza femminile ingiustificata della settimana’ (la prima sarà  Maddalena Corvaglia), oltre a un inviato nel mondo esterno che seguirà  alcuni eventi come “il miracolo di Porto San Cesareo dove la statua della Arcuri ha incominciato a recitare”. “Sicuramente argomenteremo anche le ultime uscite di Berlusconi”, ha assicurato infine il comico, che ha rivelato uno degli scoop in cantiere: “Avremo un’intervista con l’unico gay che è stato con Berlusconi quando non era impegnato con il bunga bunga”. (ANSA).
Y9N-GGD/ S0B QBXB