GIORNALISTI: A VILLA BORGHESE UNA PANCHINA IN RICORDO DI CALABRESE

GIORNALISTI: A VILLA BORGHESE UNA PANCHINA IN RICORDO DI CALABRESE
(AGI) – Roma, 5 nov. – Una panchina nel cuore di villa Borghese, nella Valle dei platani. Qui il giornalista Pietro Calabrese, nei lunghi mesi della malattia che hanno preceduto la sua recente scomparsa, amava rifugiarsi: “venite a trovarmi nel mio ufficio” diceva ad amici e parenti che oggi hanno partecipato alla cerimonia con cui quella panchina gli  è stata intitolata. “L’ufficio di Pietro”  è scritto semplicemente sulla targhetta commemorativa, “il posto più bello in cui ricordarlo” ha detto commossa la figlia del giornalista, affiancata dal sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’assessore capitolino all’ambiente Fabio De Lillo, il sovrintendente ai beni culturali del Comune Umberto Broccoli, il collega e amico di infanzia di Calabrese Alberto Acciari. “Pietro Calabrese – ha sottolineato Alemanno – era una di quelle persone che amano ma non gli fanno sconti e ci stimolano al continuo miglioramento. Ha dato tanto alla città  e ci spinge ad essere più intransigenti anche nei confronti di noi stessi”. (AGI) Cli/Rm/Pgi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari