Televisione

09 novembre 2010 | 9:52

Rai: Masi, non so se Santoro andra’ in onda a gennaio

09 Nov 2010 08:50 CEST Rai: Masi, non so se Santoro andra’ in onda a gennaio (Rep)
Dowjones

ROMA (MF-DJ)–”Dopo la sospensione di Santoro sto vivendo un’esperienza nuova: l’esposizione mediatica. Non e’ male. Mi fermano in strada per l’autografo, mi fanno i cori allo stadio…”. E a Roberto Saviano, che ancora ieri lo attaccava su Repubblica per la censura a “Vieni via con me”, replica: “Saviano sbaglia”. Ieri sera ha visto il programma di Raitre in cui Benigni lo ha citato piu’ volte: “L’ho seguito solo a tratti. à” una trasmissione articolata, voglio rivederla per dare un giudizio compiuto”. Risponde cosi’ dalle colonne di Repubblica, il direttore generale della Rai, Mauro Masi dopo le polemiche delle ultime settimane.

Masi parla anche dei compensi televisivi sottolineando come “ci siano sprechi da eliminare. Abbiamo gia’ iniziato. Faremo una riflessione molto seria anche sui diritti sportivi. Certe cifre folli non possiamo permettercele. Una partita della nazionale, che pure il servizio pubblico deve seguire, costa ormai parecchi milioni e noi siamo alle prese con un risanamento che punta a mantenere i livelli occupazionali. Tra una partita dell’Italia e i posti di lavoro io scelgo i posti di lavoro”, sottolinea.

Infine un passaggio su Michele Santoro.

“Non e’ detto che a gennaio vada in onda. Non escludo nulla e anche Santoro, che e’ sempre imprevedibile, non esclude nulla. Con lui avevamo avviato una trattativa utile per tutti. La Rai poteva recuperare uno spazio editoriale che Santoro occupa grazie a due sentenze uniche nel mondo civile, ma penso anche nella galassia piu’ sperduta. Roba da extraterrestri. Allo stesso tempo l’azienda poteva usare la professionalita’ di Michele in altro modo”, sottolinea. cat

 
 
(END) Dow Jones Newswires

November 09, 2010 02:50 ET (07:50 GMT)

Copyright (c) 2010 MF-Dow Jones News Srl.