Tv: Profit G. cedera’ emittenti e immobili per stabilita’ patrimoniale

09 Nov 2010 08:34 CEST Tv: Profit G. cedera’ emittenti e immobili per stabilita’ patrimoniale(MF)
Dowjones

MILANO (MF-DJ)–L’esposizione con il sistema creditizio (25,3 mln) e con i fornitori (15,6 mln), le difficolta’ nella gestione del business nel delicato momento dello switch-off dal sistema analogico a quello digitale terrestre e l’andamento della gestione che continua a essere deficitaria come dimostrano i conti al 30 giugno, rendono il rilancio del business del gruppo televisivo Profit un’impresa ardua.

Per questa ragione, si legge in un articolo di MF, gli azionisti di Profit, in particolare la famiglia Lagostena, hanno deciso di accelerare i tempi sul fronte della riorganizzazione interna prevista del business plan 2010-2013 elaborato dai consulenti di AT Kearney chiamando nuovi specialisti a gestire la societa’: dal 4 ottobre Profit Group e’ affidata alle cure di un professionista del prestigio di Daniele Discepolo, nominato presidente, affiancato da Giuseppe Griffo e Italo Elevati. La strategia prevede la cessione degli asset immobiliari (gli studi televisivi e gli uffici di Milano, Genova e Rho) e delle emittenti ritenute non piu’ strumentali: da Telereporter a Telereporter Roma, dalla storica Telegenova (la piu’ vecchia tv locale ligure) a Canale 10 e Arezzo Tv oltre alle licenze Wimax. red/lab

 
 
(END) Dow Jones Newswires

November 09, 2010 02:34 ET (07:34 GMT)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi