TLC

11 novembre 2010 | 9:54

Tlc: 3 mesi per decollo Rete Ngn

11 Nov 2010 08:43 CEST Tlc: 3 mesi per decollo Rete Ngn (MF)
Dowjones

MILANO (MF-DJ)–La firma del memorandum of understanding per la costruzione della societa’ veicolo che dovra’ costruire la rete in fibra di nuova generazione, avvenuta ieri a Roma alla presenza del ministro per lo Sviluppo Economico, Paolo Romani, segna un punto importante per l’avvio concreto di un’infrastruttura essenziale per il Paese, sebbene i problemi da risolvere non manchino.

L’accordo raggiunto ieri, si legge in un articolo di MF, finalizza i tre mesi di confronto tra i firmatari alla messa a punto di un business plan dedicato all’infrastruttura passiva, ovvero alla realizzazione dei cavidotti e alla posa dei cavi di fibra spenta. Ogni operatore potra’ quindi installare nelle centrali periferiche e a casa dei rispettivi clienti gli apparati elettronici di sua scelta a supporto dei relativi servizi offerti. Da sottolineare, pero’, che la posizione dell’esecutivo evidenzia come la differenza di costi tra queste due architetture sia estremamente ridotto, valutabile in un aggravio del 10% per l’architettura a singolo cavo a fronte pero’ di minori costi di gestione, prestazioni superiori e maggiore flessibilita’ a livello competitivo. Un ragionevole compromesso, dunque, che dovrebbe consentire di mettere a punto quel piano dettagliato degli investimenti considerato condizione irrinunciabile da investitori istituzionali come Cassa Depositi e Prestiti. red/lab

 
 
(END) Dow Jones Newswires