Boffo/ Cdr Tv2000: Sancita scorrettezza di chi calpestò regole

Apc-*Boffo/ Cdr Tv2000: Sancita scorrettezza di chi calpestò regole
Riduzione sanzione a Feltri non cambia sostanza dell’accaduto

Roma, 11 nov. (Apcom) – “Quella del Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti è una decisione che ribadisce e sancisce, una volta per tutte, l’assoluta scorrettezza di chi – con l’alibi del diritto di cronaca – ha deliberatamente calpestato ogni regola deontologica del nostro mestiere”. E’ il commento del comitato di redazione della televisione Sat 2000, l’emittente che fa capo alla Conferenza episcopale italiana, alla decisione del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti che ha confermato la sospensione di Vittorio Feltri per il ‘caso Boffo’, l’ex direttore di Avvenire sul quale il Giornale aveva pubblicato un documento poi rivelatosi falso su una sua presunta schedatura per omosessualità . “E non può, certo – sottolinea ancora il Cdr di Sat2000 – la riduzione da sei a tre mesi della sospensione comminata cambiare la sostanza di quanto accaduto: l’aggressione mediatica a Dino Boffo, uno scoop tarocco messo a segno a colpi di false informative ed illazioni infamanti, resta una delle pagine più vergognose nella storia dell’informazione italiana”.

BOL

112131 nov 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi