Televisione

17 novembre 2010 | 10:08

BORSA MILANO:GIU’ CON LOTTOMATICA, MEDIASET, GRUPPO LIGRESTI

BORSA MILANO:GIU’ CON LOTTOMATICA, MEDIASET, GRUPPO LIGRESTI
MILANO
(ANSA) – MILANO, 16 NOV – Chiusura in forte calo per Piazza Affari, con il Ftse Mib giù del 2,05% e scambi per quasi 3,4 miliardi di euro di controvalore, decisamente al di sopra della media. Debole fin dalla mattinata ed in ulteriore calo dopo l’avvio di Wall Street, il listino milanese ha perso colpi in modo consistente nell’ultima mezz’ora di scambi, frenato dalla ulteriore flessione degli indici Usa. Le vendite hanno colpito Lottomatica, Mediaset e Fiat, ma hanno sofferto anche le banche, mentre pochi sono stati i titoli che si sono salvati, tra questi Campari. SCIVOLONE DI LOTTOMATICA. Il mercato ha punito Lottomatica (-9,52%), che ha scontato oggi la trimestrale diffusa ieri, a borsa chiusa, con una perdita di 13,2 milioni di euro. Il gruppo, sempre nella vigilia, ha approvato anche la cessione del 12,5% del gratta e Vinci, controllato al 64%, a Unicredit. MEDIASET IN ROSSO. Il gruppo di Cologno Monzese ha segnato il passo un’altra volta, lasciando sul campo il 4,57% a quota 4,59 euro, scendendo in 5 sedute del 15% e mandando in fumo quasi 980 milioni di capitalizzazione. Secondo Piersilvio Berlusconi, figlio del presidente del consiglio, il titolo ha sofferto più per questioni legate alla politica che per i conti trimestrali. BANCHE E LIGRESTI IN DIFFICOLTA’. Sotto pressione i bancari, da Bpm (-4,89%) a Mediobanca (-2,88%), da Banco Popolare (-2,48%) a Mps (-2,59%) e Unicredit (-1,89%). Più cauta invece Intesa Sanpaolo (-1,16%). Ancora tensione sulla galassia Ligresti, con Milano Assicurazioni in calo del 6,59%, Premafin del 4,33% e Fondiaria-Sai del 4,35%. CHI SALE E CHI SCENDE. Un solo titolo positivo nel paniere che compone l’indice di riferimento. Si tratta di Campari (+0,22%), che ha tenuto botta per l’intera seduta. Non è andata altrettanto bene a Exor (-0,92%), che per gran parte delle contrattazioni si era mantenuta in rialzo, mentre Fiat (-2,02%) ha sofferto insieme al resto del comparto in Europa. Pesante Pininfarina (-8%). (ANSA).
VE/ S0A QBXB