Le differenze fra periodici femminili: un’analisi di posizionamento

L’11 novembre 2010 Assirm, associazione che riunisce i maggiori istituti italiani di ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerca sociale, nell’ambito dell’ ‘Online Research Event 2010’ ha presentato lo studio ‘Le differenze fra periodici femminili: un’analisi di posizionamento’. L’intervento ha visto la partecipazione di Carlo Erminero, presidente Ce&Co, e Pamela Saiu, responsabile ricerche di mercato Divisione Periodici Mondadori.

Le differenze fra periodici femminili: un’analisi di posizionamento (.pdf)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Editoria online: niente pay, bassa reputazione, fatturati scarsi. Agcom: prevale carattere amatoriale

Ads, classifica e trend dei quotidiani più diffusi a febbraio (vs gennaio). Bene in testa, Qn e Fatto, giù Tuttosport e CorSport

Gli editori non potranno mai rinunciare ai redattori. Studio Tow Center sulle newsroom del 21° secolo