Rai/ Di Pietro: Se sanzionano Mazzetti intervenga Vigilanza

Apc-*Rai/ Di Pietro: Se sanzionano Mazzetti intervenga Vigilanza

Porteremo caso a Zavoli: inaccettabili diktat politici

Roma, 17 nov. (Apcom) – Italia dei Valori intende chiedere un intervento della Commissione di Vigilanza qualora venissero presi dalla Rai provvedimenti contro il responsabile di ‘Vieni via con me’ Loris Mazzetti, capostruttura di Raitre, a seguito della polemica fra il ministro degli Interni Roberto Maroni e il conduttore della trasmissione Roberto Saviano.
“Ci auguriamo che la notizia sul provvedimento disciplinare nei confronti di Loris Mazzetti, capostruttura di Raitre, non sia vera. Qualora lo fosse – annuncia il leader di Idv Antonio Di Pietro- porteremo il caso in Commissione di vigilanza Rai e in tutte le sedi competenti. La Rai è un`azienda pubblica, pagata dai cittadini, e non può e non deve rispondere ai diktat dei padroni politici”.

“Le polemiche sollevate sulla trasmissione `Vieni via con me` – dice ancora Di Pietro- non sono degne di un Paese civile e democratico ma rispecchiano il vero volto di questo regime ormai al crepuscolo. Chiusa questa brutta pagina per il Paese, con un governo incapace e autoreferenziale, affronteremo il problema dei problemi: il conflitto di interessi che fa capo al presidente del Consiglio e pesa come un macigno sulla libertà  d`informazione e sulla nostra democrazia. Occorrono nuove regole sul servizio pubblico radiotelevisivo la cui gestione va affidata ai professionisti dell`azienda e non ai lottizzatori della politica.
L`Italia dei Valori denuncia da sempre questa anomalia e, per questo, non ha mai voluto partecipare alla spartizione politica della Rai”.

Tor

171531 nov 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi