Internet/ Non solo navigare, nasce il “web degli oggetti”

Apc-Internet/ Non solo navigare, nasce il “web degli oggetti”
Identificatori radio permetteranno controllo a distanza

Montpellier (Francia), 17 nov. (Apcom) – Non solo navigare sui siti: la potenza tecnologica e informativa della Rete deve essere “trasferita” agli oggetti, mettendoli in comunicazione con internet e permettendo così di programmarne o regolarne l’azione a distanza, tramite ad esempio un cellulare. Il trucco è semplice: dotare l’oggetto in questione di un codice radio identificativo (Rfid) che ne permetta il telecontrollo: secondo uno studio dell’agenzia di telecomunicazioni Analysis Mason, entro il 2020 potrebbero essere 16 miliardi gli oggetti connessi alla Rete in questo modo, in primo luogo elettrodomestici ed altri sistemi casalinghi come aria condizionata o riscaldamento; se oggi gli apparecchi informatici costituiscono il 75% degli elettrodomestici collegati a Internet, entro il prossimo decennio la percentaule sarà  scesa ad appena un quarto.

(fonte Afp)

Mgi

171737 nov 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti