La pubblicità  con l’arrivo dell’iPad

Pochi tra quelli che hanno usato un iPad non ne sono rimasti sedotti, e proprio questo elemento così immateriale, chiamatelo seduzione, stupore, è forse l’aspetto più rilevante quando si va ad analizzare un po’ più nel dettaglio le modalità  di fruizione di quest’oggetto e a riflettere sull’impatto che esso avrà  in prospettiva sul mondo dei contenuti e della pubblicità .
Commercialmente parlando è un successo clamoroso e Gartner Group prevede una vera e proprio esplosione del mercato dei tablet, trainato principalmente dal prodotto Apple. Cinquantaquattro milioni nel mondo nel 2011, di cui un milione in Italia, addirittura 208 milioni nel 2014, di cui oltre 4 sempre in Italia. Queste sono le cifre sulle quali si ragiona, un boom impressionante per quello che è di fatto un nuovo media.
Un media che fa profondamente leva su ciò che già  esiste, in particolare Internet, stampa e tivù, ma ne reinterpreta la fruizione rendendola più semplice ma anche più affascinante ed emozionante.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 411 – novembre 2010

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’