Comunicazione

22 novembre 2010 | 10:10

FAZIO-SAVIANO: GASPARRI, DA LORO APOLOGIA DELL’EUTANASIA

FAZIO-SAVIANO: GASPARRI, DA LORO APOLOGIA DELL’EUTANASIA
RAI NON SIA ASSERVITA A PROPAGANDISTI MORTE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 21 NOV – ” Noi siamo pronti a difendere con determinazione e passione le ragioni della vita. Nel contempo, il servizio pubblico televisivo non può fare l’apologia dell’eutanasia come fanno Fazio e Saviano”. Lo dice il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri. “Abbiamo rivolto un appello alla Rai – prosegue – perché si dia spazio a chi soffre ma difende la vita. Il cinismo del servizio pubblico non può arrivare ai punti in cui lo hanno portato Fazio e Saviano. Chiediamo una risposta subito, in mancanza della quale bisognerà  contestare in ogni modo e in ogni sede la funzione della Rai, che non può essere asservita ai propagandisti della morte. Saremo decisissimi anche con iniziative formali nelle sedi parlamentari competenti”. “Sul tema fondamentale della difesa della vita bisogna uscire dall’equivoco ed avviare – ha spiegato Gasparri – una fase in cui ciascuno si assuma le proprie responsabilità . Va ad esempio finalmente discussa alla Camera la legge sul testamento biologico. Non possono essere i Comuni ad assumere decisioni ambigue e pericolose. Deve essere una legge dello Stato, come già  avvenuto al Senato, a definire principi fondamentali. Si discuta alla luce del sole”. (ANSA).
LC/