Comunicazione

23 novembre 2010 | 10:08

FAZIO-SAVIANO: LIBERTIAMO, PDL, GIU’ LE MANI DA ENDEMOL

FAZIO-SAVIANO: LIBERTIAMO, PDL, GIU’ LE MANI DA ENDEMOL
E’ DI BERLUSCONI, QUAGLIARELLO E GASPARI LO SANNO?
ROMA
(ANSA) – ROMA, 22 NOV – “Il PdL al Senato ha quest’oggi presentato una mozione parlamentare per replicare a quella in discussione (e, speriamo, in approvazione) alla Camera dei Deputati. Il gioco è chiaro: se la Camera “sfiducia” la Rai, il Senato le restituisce la fiducia perduta”. Lo scrivono Carmelo Palma e Piercamillo Falasca su Libertiamo.it, il web magazine dell’associazione presieduta da Benedetto Della Vedova. Osservano gli esponenti di Libertiamo: “ma al di là  dell’uso ostruzionistico del bicameralismo, inteso e ormai interpretato da parte della maggioranza in senso ‘separatistico’ (la Camera fa una cosa, il Senato il contrario), è curioso che il PdL, per tirare un calcio negli stinchi ai finiani, chieda al governo di scongiurare ‘il determinarsi di situazioni di sostanziale monopolio o oligopolio nella produzione delle opere radiotelevisive con particolare riguardo a produttori facilmente riconducibili ad esponenti eletti in Parlamento’”. “Abbiamo qualche idea – concludono Palma e Falasca – dei ‘parenti’ cui Gasparri e Quagliariello alludono, con linguaggio doroteo. Sospettiamo che però loro non sappiano a chi faccia riferimento Endemol, che è il più importante e influente produttore di contenuti della Rai: a Berlusconi. Ci opporremo con tutte le forze a chi, per odio involontario contro il premier, come un vecchio pretore d’assalto, sogna di spegnere Vieni via con me, Affari tuoi, Che tempo che fa, I soliti ignoti e La prova del cuoco”.(ANSA).
COM-PAG/ S0A QBXB